Lingua e linguaggio: le differenze.

lingua e linguaggio

Spesso la parola lingua e quella linguaggio vengono utilizzati come sinonimi nella lingua italiana, ma in realtà non lo sono. Non te l’aspettavi, vero? Per scrivere testi sul web è necessario saper distinguere le differenze tra i due termini. Non si tratta di una questione meramente tecnica, di esclusivo appannaggio di linguisti o sociolinguisti, (anche se ci verranno in aiuto nel testo) ti assicuro che è soprattutto pratica. Scopriamo in questo breve articolo le differenze tra lingua e linguaggio.

Alle origini della lingua.

Iniziamo cercando di definire i termini facendo ricorso alla loro etimologia, scopriremo infatti che derivano dal latino e sbirciando sul dizionario di Internazionale troveremo queste squisite definizione, gustiamocele:

LINGUA:

idioma, ant. favella, loquela, talora linguaggio come facoltà umana; più spesso modo di parlare peculiare di una comunità umana, appreso dagli individui (in condizioni normali) fin dai primi mesi di vita, affiancato, per le popolazioni alfabetizzate, da modalità ortografiche e di stile connesse alla pratica dello scrivere e del leggere;

nelle innumeri manifestazioni di tale modo di parlare e di scrivere si riconosce la presenza di un vocabolario comune alla generalità dei parlanti della comunità per le parole di più alta frequenza (vocabolario fondamentale o di base), integrato da parole e termini più rari in uso tra e per gruppi particolari (le classi più colte, categorie professionali, esercenti di particolari attività, varietà locali, ecc.)

Anche qui si riscontra la vicinanza usuale tra lingua e linguaggio, seppur quest’ultimo si avvicina di più ad una facoltà umana. Ecco la definizione di linguaggio.

LINGUAGGIO:
capacità comune a tutti gli esseri umani di apprendere una o più lingue storico-naturali e di servirsene per ragionare, intendersi reciprocamente, comunicare sia oralmente sia, tra le popolazioni che conoscono la scrittura, graficamente, scrivendo e leggendo…

Che cosa è il linguaggio?

Il linguaggio è relativo ad una capacità innata nell’uomo e alle possibilità di utilizzo per la comunicazione umana; è un peculiare sistema dei segni dagli uomini. Diamo per scontato molto spesso una capacità sorprendente della nostra vita: la usiamo tutti i giorni, in tante situazioni, eppure non ci fermiamo a riflettere sulle sue innumerevoli potenzialità.

Che cosa è la lingua?

La lingua è il mezzo di natura verbale con la quale si manifesta il linguaggio. Può intendersi anche come l’insieme delle parole di una determinata comunità umana ed è storicamente formata e connotata: la lingua è una particolare forma di linguaggio.

Sfumature importanti che ci saranno utili, teniamole a mente.

Che cosa è la linguistica generale?

Rispondo a questa domanda poichè ho citato gli studiosi di lingua qualche rigo più su. La linguistica generale è la scienza che studia proprio la lingua e il linguaggio, una disciplina accademica che approfondisce questi aspetti in modalità, appunto, scientifica.

Che cosa sono i sistemi linguistici?

Se lingua si configura come un sistema di segni definiamo un segno linguistico un concetto (detto significato) che si combina con un’immagine acustica che sta a rappresentarlo (detta significante, che si rapportano tra loro in modo arbitrario. Un breve assaggio di semiotica per approfondire, appena appena, questi concetti.

Qual è la differenza tra lingua e linguaggio?

Qui ci serve assolutamente una citazione di Saussure, (noto linguista svizzero) che rende pienamente il senso di questa differenza:

lingua e linguaggio
Chiediamo all’esperto…


«Ma che cos’è la lingua? Per noi, essa non si confonde col linguaggio; essa non è che una determinata parte, quantunque, è vero, essenziale. Essa è, al tempo stesso, un prodotto sociale della facoltà del linguaggio e un insieme di convenzioni necessarie, adottate dal corpo sociale per consentire l’esercizio di questa facoltà negli individui.

Preso nella sua totalità il linguaggio è multiforme ed eteroclito, a cavallo di parecchi campi, nello stesso tempo fisico, fisiologico, psichico; non si lascia classificare in alcuna teoria di fatti umani, poiché non si sa come enucleare la sua unità.

La lingua, al contrario, è in sé una totalità e un principio di classificazione. Dal momento in cui le assegnamo [sic] il primo posto tra i fatti di linguaggio, introduciamo un ordine naturale in un insieme che non si presta ad altra classificazione. (Corso di linguistica generale, 1967, F. Saussure.)

Presa dal passato, questa pillola di linguistica, ci aiuta a capire ancora meglio le sfumature di significato esistenti e anche perché sia importante la distinzione tra di esse.

Conoscere queste differenze aiuta a capire a quale pubblico (mentre scriviamo, ma anche mentre parliamo) ci rivolgiamo utilizzando diversi tipi di linguaggio.

Cosa si intende per linguaggio verbale?

Nell’uomo la comunicazione avviene tramite codici sia verbali che non verbali al fine di trasmettere messaggi. Se ci pensi bene infatti non solo la parola ci aiuta a comunicare (linguaggio verbale) ma esistono altri tipi di linguaggi: la pittura, la musica, la cinestetica cioè il linguaggio del corpo.

Perchè è importante conoscere la lingua e il linguaggio?

Conoscere lo strumento della lingua, le potenzialità delle parole ti aiuterà nell’inventare e gestire messaggi adatti e calibrati sul tipo di pubblico con cui vuoi comunicare. Dopo questo piccolo viaggio introduttivo, tra domande e risposte in cui ci è venuta in soccorso la linguistica, ne sappiamo un pò di più sulla lingua e sul linguaggio. Possiamo solo migliorare le nostre capacità di comunicare!

E tu? Hai domande sulla lingua e il linguaggio? FATTI SENTIRE, COMMENTA!

PER APPROFONDIRE:

Corso di linguistica generale di Ferdinand Saussure, autore Tullio De Mauro

TI PIACE? CONDIVIDI!

Commenta qui!