Che cos’è l’Inbound Marketing? Educare on-line!

inbound marketing Cosa è Punto e Virgola

Eccoci ad analizzare un altro termine americano, questa è la volta di inbound marketing. Precedentemente abbiamo esplorato cosa siano il SEO e anche il SEM (puoi cliccare qui per saperne di più sulle attività on line, magari dopo aver letto qualcosa  sull’inbound marketing). Dall’immagine dovresti aver intuito il concetto di attrazione che gira intorno al marketing detto inbound (tradotto letteralmente il termine significa “in arrivo” ,”di ritorno”).

Mi spiego: l’ape va verso il frutto poiché ne è attratta. Potenzialmente gli utenti potrebbero comportarsi come l’ape dell’immagine, ovvero muoversi loro verso il tuo sito o blog, la tua attività o i tuoi servizi (il frutto!).

IL CLIENTE TI VIENE A CERCARE CON L’ INBOUND MARKETING.

 

Il marketing tradizionale si basa principalmente sul concetto di interruzione, quante volte guardando un film in televisione sei stato infastidito dalla pubblicità, inserita magari proprio durante la visione di una scena importante e coinvolgente? E quella sensazione infinita di attesa che ti fa domandare “ma quando finisce questa pubblicità? Non ricomincia più il film?” Te lo sarai ripetuto così tante volte da farlo diventare un dibattito da salotto (in attesa della benedetta ripresa del film, finendo poi a chiederti poi perché il canone Rai sia obbligatorio…).

Questo è un esempio lampante di quello che tecnicamente si definisce outbound marketing; molto in voga tanto tempo fa oggi non riscuote più lo stesso successo che l’aveva portato all’apice degli investimenti. Ma non solo la pubblicità sui media è parte di questa tecnica; le fiere i congressi, le inserzioni sui giornali… La cosiddetta pubblicità tradizionale continua ad esistere ma il suo competitor è molto spietato: l’inbound marketing non fa sconti a nessuno! Esistono delle differenze tra la cosiddetta pubblicità on line e offline e puoi approfondire il tema in questo articolo.

EDUCARE  PER ATTIRARE.

 

Per proporre servizi o prodotti non si mira all’interruzione delle attività dell’utente, ma si cerca di costruire contenuti educativi al fine di fornire un’utilità per attrarre persone sul sito web.

Le basi per l’inbound marketing.

 

I concetti fondamentali da sviluppare con cura in questa attività sono:

  1. il contenuto: creare contenuti on line, come ad esempio pagine web, post di facebook, video on line e altro, ottimizzati per i motori di ricerca attraverso il SEO e utilizzare sapientemente i social network per la loro diffusione.
  2. il contesto: analizzare con cura quali contenuti gli utenti vogliono trovare, rispondere alle loro domande per attirare la loro attenzione e definire una strategia fatta di messaggi e promozioni da canalizzare poi attraverso i social network.

 

PER INIZIARE: PORTA I VISITATORI AL TUO SITO.

 

 inbound marketing

La presenza on line di un’attività, che sia una piccola impresa o una multinazionale, un’associazione o un imprenditore singolo è essenziale , nonché  rappresenta l’elemento necessario per ottenere “visibilità digitale”.

 

Oggi miliardi di persone navigano in internet alla ricerca di qualcosa! Informazioni prodotti approfondimenti e servizi! Le potenzialità del web vanno sfruttate a tuo vantaggio. Se vuoi qualche numero sull’utilizzo dei social nel 2018 leggi anche questo articolo.

 

COME FARE INBOUND MARKETING?

 

Gli strumenti che puoi utilizzare all’inizio (ma anche dopo!)  sono, ovviamente, tutti on line: blog, sito web, scrittura ottimizzata per i motori di ricerca e parole chiave.

 

E questo è solo l’inizio! Grazie per aver letto sin qui, lasciami il tuo commento! E se hai tempo cerca l’articolo con la scritta in rosso “iscriviti qui” per ricevere un piccolo regalo!

p.s. ti aiuto un pò… cerca nella sezione BLOG

 

TI PIACE? CONDIVIDI!

Commenta qui!